Motoraduni invernali, come affrontarli!

Motoraduni invernali, tendata in quota, viaggi in moto con temperature proibitive, sono un trend in forte crescita. La voglia di avventura sta coinvolgendo sempre più motociclisti e questo è un fatto positivo.  Il rovescio della medaglia è che questo desiderio avventuriero in alcuni casi annebbia la ragione. Capita infatti di trovare bikers completamente impreparati ad affrontare condizioni limite. Io sono stato uno di questi! Pertanto vorrei raccontare, in base alle mie esperienze, cosa meglio fare o non fare!

Equipaggiamento personale:

Il casco, al freddo le prese d’aria non servono. Ogni spiffero d’aria che si insinua nel casco, anche in presenza di sottocasco wind-stopper, col passare delle ore, finiscono per congelare il cranio! Meglio sigillare con del semplice nastro americano!

Guanti, per tecnici che siano non saranno sufficienti a ripararvi dal freddo. Come nemmeno le sole monopole riscaldate. Al grido di “poca spesa tanta resa” meglio comprarsi un paio di moffole. Sarete riparati dell’aria fredda e soprattutto i guanti rimarranno asciutti anche in caso di neve o pioggia!

Stivali, anche se i Goretex non è sufficiente! Il Goretex rende impermeabili ma non fa da isolante termico. Quindi o si fa l’investimento per un paio di stivali più specifico per il freddo oppure si utilizzano calze riscaldate elettricamente, oppure come ho fatto io, si ripiega utilizzando copri stivali antipioggia e all’interno solette “chimiche” riscaldanti.

Abbigliamento, indispensabile essere muniti di abbigliamento tecnico. Io solitamente utilizzo una maglia che permetta la fuoriuscita del sudore a contatto con la pelle, poi un completo Wind-stopper e pile. Sopra ovviamente giacca da moto con trapuntino. Nonostante tutti questi strati è facile avere spifferi fastidiosi. Meglio quindi indossare fin da subito anche la tuta anti-pioggia. Quando le mete sono motoraduni invernali, solitamente si viaggia al di sotto dei zero gradi quindi dubito che possa creare fastidio. Anche in questo caso esistono capi di abbigliamento riscaldati elettricamente. Dipende da voi, quanto volete investire per abbigliamento invernale, e soprattutto dell’impianto elettrico della vostra moto! Non sottovalutate anche questo aspetto!

italiainpiega-consigli-utili-per-un-viaggio-in-moto-in-italia-motoraduni invernali

Equipaggiamento moto:

Batteria, col freddo sarà messa a dura prova, pertanto è indispensabile partire con una batteria in piena efficienza. Inoltre in caso di viaggio di più giorni, è del tutto inutile, come prima cosa da fare al risveglio, andare a vedere se la moto si accende. Se non dovete partire subito attendere che la temperatura salga di qualche grado, può fare la differenza! Anche le batterie dei vostri dispositivi elettronici saranno meno durature. Cercate di tenerle al riparo, in tasca. Una semplice ed economica modifica da applicare alla moto, è l’installazione di una presa USB che potrà servirvi per ricaricare le batterie, ovviamente da utilizzare solo a moto accesa!

italiainpiega-consigli-utili-per-un-viaggio-in-moto-in-italia-motoraduni invernali-bivacco

Equipaggiamento bivacco

La tenda è l’ultimo dei problemi! Io mi sono fatto l’Agnellotreffen 2015 con temperatura che di notte ha toccato i – 17° con una tende estiva, nemmeno doppio strato! Fondamentale invece è materassino con forte potere isolante e sacco a pelo di buona qualità. Io con un – 30° di temperatura limite, mi sono trovato bene!

Viveri

Se andate dove fa veramente freddo, sappiate che l’acqua ghiaccia, il vino ghiaccia, la birra ghiaccia!!! O avete la possibilità di tenerli al riparo o tantovale lasciarli a casa evitando di occupare spazio nelle borse. Pure salame, formaggio diventano belli duri. Può capitare che pure i fornelli a gas non funzionino, la soluzione migliore è sempre bruciare la legna (sperando non sia bagnata). Approposito, difficilmente ve lo diranno prima, ma se siete alla prima esperienza scoprirete come TUTTO, NULLA ESCLUSO si impregnerà di odore di fumo. Serviranno 2 o 3 lavaggi per togliersi di dosso quell’aroma di speak affumicato!!

italiainpiega-consigli-utili-per-un-viaggio-in-moto-in-italia-motoraduni invernali-viveri-fumo-1 italiainpiega-consigli-utili-per-un-viaggio-in-moto-in-italia-motoraduni invernali-viveri-fumo-2

italiainpiega-consigli-utili-per-un-viaggio-in-moto-in-italia-motoraduni invernali-viveri-fumo-3

 

 

 

 

 

 

 

 

Secondo le mie esperienze, queste sono le cose principali a cui fare attenzione per affrontare motoraduni invernali! Se avete anche voi qualche cosa da aggiungere, scrivetelo nei commenti, ogni contributo sarà utile a tutti!!!

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Un commento su “Motoraduni invernali, come affrontarli!”

Lascia un commento